sabato 2 maggio 2009

Riririririsketches!

L'altro giorno a tavola ho capito che il formaggio è la vita.

Il formaggio è buono. E mi viene voglia di mozzicarlo, senza dover aspettare di tagliare una fetta alla volta per mangiarlo. Ma poi se lo mozzico è una delusione! La bocca si rimbambisce e pare di mangiare la plastica. Così ho capito che più è sottile la fetta di formaggio, più il sapore ha modo di sprigionarsi e più intensamente arriva alle papille gustative. E così bisogna pazientare, e in conclusione non esagerare, che peraltro troppo formaggio in una volta fa male alla panza. La scoperta che segue subito è che da solo il formaggio perde molto. Il suo gusto è circolare, e dopo un boccone o due la bocca si assuefa. Una volta chiuso il circolo non trova più contrasti, ed è una noia. E allora metto le mano nella credenza e ci trovo un crechers, e allora sì. E scopro che pure con le olive non sta male, e con le pere persino, e anche con una misera foglia d'insalata. E quando la credenza è vuota e mi so scordato che è vacanza e i supermercati sono chiusi, rosico. Infine, il formaggio è derivato dal latte. E a pensarci, il latte è la seconda cosa che da la mamma al figlio, dopo la vita (e qualche carezza in capo). E se sono così vicini in classifica ci è un motivo di sicuro.

E per dirvi tutto questo, giuro, ho aspettato che venisse maggio.

9 commenti:

Federico Distefano ha detto...

"Mastantuoneggiante"!
:)

P.S.= Sul formaggio mi trovi solidale al cento per cento.
Anche se a me non basterebbe mai...

il decu ha detto...

Questa storia è nulla in confronto alla fede e la venerazione che io provo per ogni santo pezzo di formaggio. E la cosa bella è che ne esistono talmente tanti tipi differenti, che non basta una vita ad assaggiarli tutti.
Ora che apprendo la tua passione, ti prometto che un giorno ti farò assaggiare il mitologico "caso peruto"... significa formaggio peloso e lo fanno solo in un posto al mondo. Più ammuffisce, più invecchia, più ci giochi a pallone nei giardini condominiali e più diventa una cosa che mai più proverai in vita tua.

Splendidiizszszszsimi gli sketchini!

Squirt!!!
(saluto ufficiale degli adoratori del formaggio)

livia ha detto...

wuawuawua...la mamma rockero' è meravigliosa..
bellillo tutto..ma mi sorge un dubbio dubbioso..ma se la tua scannerizzatrice personale sta qua, se pure il tuo scanner personale sta qua........come fanno 'sti sketch a sta là??..teletrasporto virtuale??
mmah..
a parte questo..W maggio con e senza for davanti..

ah be'..e poi è inutile che ti ricordo che dopodomani è il compleanno di papà..
..bravo che ti ricordi e ti fai sentire ;)
baciuz!

il decu ha detto...

Ma che sorella... decisamente meglio di un post-it!
E visto che ci sei, bello de zio, ricordati di rispondere alla mail... e la sera copriti!!!

Zumbi ha detto...

@Federico: Ohhooo lusinghè lusinghè! Sì in effetti l'uomo co la chioma m'è uscito fuori un pò così.. boh!

@decu: Ok ho aggiunto la voce "peruto" alla lista di cose alle quali guardo con impazienza :) Check mail!

@livia: EEEh DE MAGIC OF DAISEGN! No, c'è un tipo qui in casa che ha uno scanner, così ho barattato due pacchi di sale e parte del raccolto di giugno con la scansione di qualche foglio.. :) Sulle ricorrenze nun te proccupà che me arrecuordo!

un grande ululato a tutti!

Annalisa ha detto...

per non parlare del formaggio con il miele....o con la pera...
Raffinatezze non da poco ^^

Bellini tutti gli schizzi!!
Ammettilo che la barba lunga lunga dell'uomo sul cavallo con i tappi di sughero nelle narici è solo un espediente per coprire qualche errore irreparabile (ok ora puoi riprendere fiato )!!! :P

SAlutoni :)

Zumbi ha detto...

Bleah il miele!
abbasso, abbasso!

grazie per il tuo immancabile "Bellini", che non manca mai di emozionare anche se non nella forma di cocktail :P

Adesso che hai definito il cavallo "il cavallo con i tappi di sughero nelle narici" inoltre hai gettato una nuova luce su tutto il mio lavoro (proprio in generale) e te ne ringrazio.. però la barbona non l'ho messa lì per coprire errori! E' un disegnino che ho fatto direttamente col pennarello quindi è un pò stortignaccolo :(

serena ha detto...

Questa storia del formaggio l'ho ascoltata in anteprima, una sera in cui il bel fumettista era in procinto di partire,nervoso e incompreso ( e anche un po' deriso, come il tuo caro pomodoro) ha esposto questa teoria che ho trovato affascinante e un po' bizzarra, ma sicuramente vera.
C'è poi da dire che, letta con questa musichetta di sottofondo è davvero una chicca, di quelle che non ti scordi più.
Perciò, grazie ometto baffuto lontano ma non così tanto.
Torna presto che qua c'è bisogno di te.
Bacio*

passodoppio ha detto...

Questi sketch sono SUPENNI..