martedì 28 ottobre 2008

La J di giungla.

E' un sacco che voglio fare sta cosa tipo stesps bai stesps di qualcosa, che quando la vedo sui blog degli altri sò contentissimo. E allora ecco il mio stesp bais tesps.

LO STESP SBAI STES DELLA GIUNGLA DI LORENZO:
Allora, ricevo questa commissione per un'opera mastodontica, una ditta che produce borse vuole acchittare uno stand ipergalattico (16x2m), ricreando sulle pareti una giungla col principio del trompe l'oeil. Che non è una parolaccia ma vuol dire "inganna l'occhio". O "due chili di verza bollente in faccia", a seconda dell'accento. Fate attenzione.

1. Così mi metto lì, mi suddivido lo spazio in ideali pannelli da un metro (perchè verranno stampati così uno alla volta) e butto giù uno schizzo veloce della giungla. Al centro dovrò lasciare uno spazietto di cielo dove andrà il logo. Noterete che sono solo 12 (più il mezzo centrale) gli spazi qui sotto.. ma è perchè era solo uno schizzo veloce ed era inutile farli tutti e 16. Mica perchè mi sono sbagliato a contare. No, no. Noo, no.
2. Coloro velocemente le matite, in realtà metto solo le ombre col grigio e poi viro tutto in verde variando un pò i verdi qua e là. Insomma, na cosa al volo per vedere un pò che veniva fuori.
3. Il committente mi dice che l'impostazione non va bene, è troppo prospettica, mentre l'impressione che si deve dare è di stare in mezzo a una giungla. E poi è troppo realistico (e io grido la mia felicità al cielo), cerca qualcosa di più grafico. Così io faccio una miniprova su 4 pannelli, reimpostando il lavoro secondo le nuove direttive:
4. Il committente dice "ok, proceed". E io proceedo. Faccio una matitona gigante (che si sviluppa sulla lunghezza di 4 A4), sotto sua richiesta colloco presso parte delle giunture tra pannello e pannello degli elementi verticali che semplificheranno il lavoro dei poveri cristi che si troveranno a ricomporre questo puzzle da incubo. Stavolta calcolatrice alla mano faccio tutti e 16 i panelli:
5. Procedo nella colorazione. Fino ad adesso ho sempre usato matite fogli e photoshop. Il problema è che per produrre qualcosa che stampato 16x2m non sgrani dovrei lavorare a risoluzioni interstellari. E allora uso illustrator per la prima volta nella mia vita, che lavora in vettoriale e non ci si deve preoccupare di queste cose. Long story short:
In realtà poi ho dovuto compiere qualche modifichina qua e là, perchè il committente ha deciso che lo voleva solo di 12 metri (dimostrandomi che avevo precorso i tempi nel primo schizzo). E così ho dovuto cancellare un terzo del lavoro. Na cosa piacevole! Ve la raccomando. Ma succede.. Poi ci ho aggiunto anche due pappagalli e una tigre, ma stanno nella versione di 12 metri e quindi non li potete vedere. Ma potete immaginarli nascosti completamente dalla vegetazione, vi assicuro che fa un certo effetto lo stesso.

E vabbè!
Ma chi ci viene a Lucca?
Perchè non ci vediamo e ci facciamoci un fumetto tutti insieme?
E non nel senso di sigaretta di droga.
Io vado dal 31 al 2!

6 commenti:

cristiano ha detto...

ma questo giovane è una giovane promessa!


PS
è roba con rino?
perchè sembra proprio il tipo di lavori di rino.

Zumbi ha detto...

grazie, soprattutto per il "giovane".

PS
tana!

Bdrisshhh ha detto...

A bocca aperta...
La prima versione era in assoluto la migliore. Segno che il mondo va in malora perchè ci sono "commitenti" che non si affidano agli artisti, vocati al bello.

P.S. D'ora in poi il mio motto per la vita sarà: STES BAI STENSP. Tipo.

Bongo ha detto...

zumbi, io sono a Lucca da domani pomeriggio al 2 mattina... e se facessimo un "facci un fumetto" gigante tutti insieme?? :P

(sta cosa del facci un fumetto te la porterai dietro a vitaaaaa!!!)

dove ci potremmo incontrare? ( con tono sensuale ahahahah)

cRi ha detto...

hey ma dopo essere stati a cena allo stesso tavolo ho diritto a linkarti????

Zumbi ha detto...

@bdrisshhh:eh pure a me piaceva la prima, ma pè fortuna non l'ho dovuta fare 16x2 sennò mi dovevano raschià il cervello dal muro con un cucchiaino.. che poi lo avrebbe contenuto nella sua interezza, ma questa è un'altra storia.

@bongo: mamannaggia a pupazza. E come te rintracciavo, co le interiora degli animali? Io ho provato a urlare "BONGOOOOO! BONGOOOOOO!" ma non ho fatto altro che dare vita ad alcune fastidiose sessioni percussive.

@cri: haha e direi di sì!
solo se posso fare altrettanto però..!