venerdì 8 giugno 2007

Never Too Young, Never Too Stupid.



Giunge alla sua felice conclusione un altro anno scolastico e con esso, ritualmente, i miei vari corsi di fumetto.

Quest'anno, per la prima volta, a quello "aperto a tutti" che porto avanti ormai da 4 anni (sigh.. tempus fugit!), ho affiancato un altro corso abbastanza sperimentale, straordinario nelle premesse quanto nei risultati (e lo dico senza ombra di iùbris, voi stessi ve ne renderete conto coi vostri occhi), in una 4a elementare.

Sono due anni che mi trovo per i soliti rocamboleschi ghirigori della sorte a lavorare a contatto con i bambini, l'anno scorso per un corso di teatro (che ha prodotto uno degli adattamenti de "La Fabbrica Di Cioccolato" più incredibili della storia), da allora più diffusamente con un'associazione artistica attiva con i bimbetti, e quest'anno, tra le altre cose, con questo corso di fumetto. Un'esperienza incredibile.

Durante l'anno scolastico, dopo una veloce infarinatura sul linguaggio e la narrazione per immagini, abbiamo cominciato a produrre un fumetto attraversando per intero il processo creativo, dall'idea al prodotto cartaceo. Ci tengo a sottolineare che il mio apporto nel processo è stato esclusivamente sottrattivo e contenitivo, il mio ruolo di supervisore ha solo incanalato qua e là la valanga paurosa di idee forme e storie che ha squassato le 4 pareti della classe travolgendo banchi sedie maestre penne rosse astucci merende e grembiuli. Tutto quello che leggerete (eh sì!) è frutto di 26 strabilianti testoline. Nemmeno un capoccione. La copertina che vedete qui di sopra è il mio unico apporto concreto alla faccenda, e va ad incartare il prodotto finale (un fumettino stampato in b/n) che al momento ognuno dei bimbi stringe al cuòr.

A 10 anni la vergogna delle nostre idee, il ridicolo pudore creativo che ci costringe a serrare con lucchetti fisici e mentali i nostri pensieri più scatenati, sta appena appena facendo capolino. Quindi rivolgo un appello ai papàs e alle mammàs (o futuri tali) lì fuori. Non ci provate! NON CI PROVATE! Incoraggiate a leggere, ma non scordatevi MAI di incoraggiare la vostra prole a PRODURRE, a INVENTARE. Creare sempre, costantemente, per respingere l'indecente sopraggiungere della paura di risultare stupidi.

Bando alle ciance, qui sopra trovate un link utile per scaricare uno zippetto con il fumettino in questione (aperta la pagina dovete aspettare qualche secondo che si concluda un piccolo conto alla rovescia). 26 pagine di dolce follia vanno a comporre una storia impressionantemente complessa e colma di sottotesti.

Leggere per credere.

5 commenti:

Maurizio ha detto...

Scaricato e letto.
Complimenti ai ragazzi e soprattutto a te per l'iniziativa .
Bisognerebbe prenderti d'esempio.;o)
Ciao

Zumbi ha detto...

Ti arringrazio.
E' una sensazione straordineria sentirsi fiero di 26 ciccetti contemporaneamente :)

riporterò immantinente i complimenti ai pargoli :)

Federico ha detto...

File not found... ugh!

Zumbi ha detto...

woops! me ne sono accorto solo oggi, pardon..

ma ho rimediato.. a vous!

Anonimo ha detto...

Fico...anche perchè l'ho fatto anche io!